Homo medius medius

homo-sapiens-300x295

Lei esce dal bagno canticchiando una canzone di cui riconosco solo la musica, ma le cui parole non mi dicono nulla:

“Se guardo te…io sono bugiarda
l’amore c’è….è dentro di me
Amo te..  sono bugiarda… bugiarda… lo so..”

“Che canzone è?”

“Come che canzone è, non la conosci?”

Ci penso, ce l’ho sulla punta della lingua. La solita sensazione.

“Mannaggia come si chiama…?”

Poi mi illumino: “Certo, è la canzone di Shrek !!

Lei mi fissa. Tace.

“Scusa, non è vero?”

“Certo..”

“E allora?”

“E allora sei imbarazzante.”

Vabè. Però la capisco. Non riuscirà mai a rassegnarsi al fatto di avere un ragazzo così intrisecamente medio, che cerca spesso, e quasi mai facendolo apposta, di abbassare il livello di qualunque conversazione, capace di abbassarne anche una in cui in fondo si parlava di musica pop. Chiariamoci, non è che quando si parla di cultura io all’improvviso comincio a ruttare (a meno che non stia parlando di cultura bevendo una birra). E neppure mi sottraggo a incalzanti discussioni in profondità sull’esistenza. Solo che se all’improvviso, mentre si parla di ontologia, alla tv fanno Tom & Jerry, i miei neuroni si annullano. E la sera prima di dormire, se magari Lei riflette giustamente sulla precarietà dell’esistenza mentre cerca di addormentarsi, io leggo le avventure di Paperino lasciandomi andare a volte ad un riso sfrenato. 

Perchè lo faccio? Francamente è un problema che non mi pongo. Forse dovrei.

Perchè l’ho fatto in questo caso specifico?  Cazzo, era o non era veramente la canzone di Shrek?!

Annunci

5 Responses to Homo medius medius

  1. Punzy ha detto:

    quando leggo questi brani della tua vita, capisco cosa deve provare il perfido quando io inconsciamente sdrammatizzo tutto facendo cadere il livello di qualsivoglia converazione/discussione/incontro ecc
    pur vero e’ che sono capace di trasformare una puntata dei simpson in una discussione teologica sull’ipocrisia del repubblicanesimo protestante
    siamo fatti cosi’

    comunque, si era la canzone di Shrek

  2. CMT ha detto:

    Era sì la canzone di Shrek, e tra l’altro a me ci è voluto Shrek per scoprire che non era in origine una canzone italiana ma una volgare traduzione.

  3. paperogaedintorni ha detto:

    punzy: io riesco a fare discorsi seri proprio partendo dai cartoni animati o dai fumetti, o dalle serie tv, in una sorta di procedimento che dal pop arriva al filosofico. vedasi i simpsons e la filosofia, edizioni isbn….

  4. scusa ma non capisco cosa ci sia di male nel tuo filo logico, a me bugs bunny fa venire l’angoscia scatenando discussioni sulla psicoanalisi come strumento di crescita per finire nel simbolismo nelle favole e il conseguente impatto sul minore. mentre che so’, un paio di citazioni di pascal e finisce a tarallucci e vino… ehm di solito prima il vino, poi i tarallucci e pascal sbuca ad un certo punto.

  5. Idefix ha detto:

    caopisco perfettamente lo sguardo che ti ha fatto. sarà stato lo stesso che mi ha fatto mia moglie mentre l’altro giorno andavo in giro per casa cantando questa canzone qui: http://www.youtube.com/watch?v=JC1EaeldWOE&feature=related

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: